EuroVelo EV2 – La Ciclovia delle Capitali

Periplo della Sicilia in bicicletta

Eurovelo EV2 – La ciclovia delle Capitali Europee

la rete cicloturistica europea, un sogno per tutti i cicloturisti

La rete ciclabile europea, denominata EuroVelo è un progetto della European Cyclist’s Federation (ECF). Lo scopo di questo progetto è di promuovere e coordinare la creazione e la gestione di una rete ciclabile europea che attraversi l’intero continente europeo sia longitudinalmente che latitudinalmente. L’obiettivo è quindi di creare una rete cicloturistica sostenibile europea. La Eurovelo EV2 è denominata Ciclovia delle Capitali Europee e va da Galway (Irlanda) fino a Mosca (Russia).

Irlanda
Irlanda
Gran Bretagna
Gran Bretagna
Paesi Bassi
Paesi Bassi
Germania
Germania
Polonia
Polonia
Bielorussia
Bielorussia
Russia
Russia

La mappa DELLA EUROVELO 2 – ev2

La mappa deLLA EUROVELO 2 – EV2

Dublino, Londra, Berlino, Varsavia, Minsk e Mosca: sei affascinanti città così diverse ma unite dalla loro bellezza e da un itinerario in bici frai più affascinanti d’Europa. L’itinerario può essere percorso in entrambi i sensi da est a ovet o viceversa, quindi si può decidere se iniziare nell’accogliente e calda atmosfera dei pub irlandesi o con una foto nella maestosa e celebre Piazza Rossa di Mosca. Lungo i 5500 chilometri che uniscono queste due capitali è possibile pedalare in città culturali, feste tradizionali,  oppure fra boschi iincontaminati come la foresta di Białowieża tra la Polonia e la Bielorussia o il Parco Nazionale di Snowdonia nel Regno Unito.

Distanza totale: 4489.85 km
Altitudine massima: 550 m
Altitudine minima: -8 m
Totale salita: 30600 m
Totale discesa: -30495 m


Scarica la traccia GPX


Scarica la traccia KML

descrizione dell’itinerario

Nella foto il dettaglio dello stato attuale della Eurovelo EV1 con lo stato di realizzazione dell’itinerario ciclabile:

 

linea verde – tratti strutturati, segnalati e certificati;

linea gialla – tratti strutturati e  già dotati di segnaletica;

linea rossa continua – tratti strutturati senza segnaletica;

linea rossa tratteggiata -tratti in fase di strutturazione;

linea rossa puntinata – tratti in fase di progettazione.

fonte: www.eurovelo.org

irlanda

La Ciclovia delle Capitali tocca il suo punto più occidentale nella città di Galway, nell’Irlanda occidentale. Questo percorso è attualmente in fase di sviluppo e, una volta completato, sarà privo di traffico per la maggior parte della sua lunghezza. Nonostante alcune sue sezioni possano già essere percorse, al momento non esiste un percorso continuo e ininterrotto.

 

 

La prima sezione del percorso da Dublino verso ovest sarà realizzato sul sentiero adibito al rimorchio delle barche su un canale fino a Mullingar nelle Midlands. Alcune sezioni di questo sentiero sono già state bonificate e possono essere percorse ma gran parte dell’alzaia del canale ha ancora una superficie non omogenea che va bene per una mountain bike ma non è adatta ad una bici da turismo.

 

A ovest di Mullingar il percorso verrà realizzato su una ferrovia dismessa e altre strade senza traffico, e sarà un itinerario veramente interessante ma questa sezione tuttavia è ancora in fase di sviluppo e non è percorribile.

 

La progettazione e lo sviluppo di questo percorso è gestito dalla National Roads Authority (NRA) che lo sta realizzando con il supporto degli enti e delle associazioni locali.

Gran Bretagna

Partendo da Holyhead sull’Isola di Anglesey (Ynys Môn in gallese), la ciclovia attraversa il cuore del Galles lungo il Lôn Las Cymru (Strada nazionale 8), lambendo il Parco Nazionale di Snowdonia e il Parco Nazionale di Brecon Beacons.

 

Attraversando la capitale Cardiff , giunge al famoso fiume Severn, dove è possibile visitare le grandi città di Bristol e Bath che sono collegate da una famosa Pista ciclo-pedonale ricavata da una linea ferroviaria dismessa.

 

Successivamente la ciclovia confluisce nella Avon Cycle Route (Strada Ciclabile Nazionale 4) lungo lo storico canale che collega il Tamigi e il Canale di Bristol, regalando scenari spettacolari lungo tutto il suo percorso da Bath a Reading.

 

A Reading, il percorso si unisce, infine, alla Strada sul Tamigi verso Londra e consente di lasciare Londra attraverso i Docklands, viaggiando verso nord fino al porto di Harwich.

 

Londra, detta “Swinging London ”, oltre a essere la città più grande d’Europa è la capitale del Regno Unito.

 

L’uso della bicicletta in città è in forte aumento perchè è il modo perfetto per esplorare, senza il fastidio del traffico, le sue diverse aree e attrazioni, tra cui il Buckingham Palace, la Torre di Londra, il Palazzo di Westminster, Hyde Park, Piccadilly Circus, la Cattedrale di St Paul, il British Museum, etc. Una breve visita è sicuramente insufficiente ma può essere un primo assaggio per visite successive.

 

Paesi Bassi

Questa sezione dell’Eurovelo 2 utilizza sia la ciclovia di lunga distanza LF8, da Zwillbrock (sul confine tedesco e collegata con la tedesca ciclovia R1) fino a Borculo, che la ciclovia LF4 da Borculo a Den Haag (L’Aia).

Nei Paesi Bassi, la Ciclovia delle Capitali attraversa ovviamente L’Aia la quale non è la capitale costituzionale del Regno, ma piuttosto la capitale reale e politica del paese.

Gli itinerari in bicicletta sono stati progettati per offrire ai ciclisti l’opportunità di scoprire i monumenti di questa affascinante città costiera, tra i quali spiccano i palazzi Noordeinde e Huis ten Bosch, il Palazzo della Pace che è sede della Corte internazionale di giustizia e Villa Eikenhorst dove vivono il Re olandese e la sua regina.

Germania

In Germania, la Ciclovia delle Capitali (EuroVelo 2) percorre la D-Route 3, un percorso della rete ciclabile tedesca. Questo percorso di 960 km immersi nella natura, offre diverse opportunità per una vacanza in relax o per una vacanza più attiva per chi vuole allenaesi all’aria aperta.

 

Da Vreden, sul confine olandese, il percorso prosegue, fino al confine polacco, attraverso il Münsterland, la Foresta di Teutoburgo, le colline del Weser, la catena montuosa dell’Harz, il parco naturale Fläming, la Märkische Schweiz e il delta interno dell’Oderbruch a Küstrin-Kietz. Il percorso attraversa i meravigliosi paesaggi fluviali del Weser e del Saale e consente ai ciclisti di raggiungere, oltre la Riserva della Biosfera del Medio Elba, numerosi altri siti facenti parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO e la celeberrima Porta di Brandeburgo a Berlino.

 

L’edificio del Reichstag fu costruito per ospitare il Reichstag, il parlamento dell’Impero tedesco. Fu aperto nel 1894 e ospitò il Reichstag fino al 1933, quando fu gravemente danneggiato da un incendio. Dopo la seconda guerra mondiale, l’edificio cadde in disuso. L’edificio è stato parzialmente ristrutturato negli anni ’60, ma nessun tentativo di restauro è stato effettuato fino alla riunificazione tedesca del 3 ottobre 1990, quando è stata sottoposta a una ricostruzione guidata dall’architetto di fama internazionale Norman Foster. Dopo il suo completamento nel 1999, è tornato ad essere il punto d’incontro del parlamento tedesco: il moderno Bundestag. La terrazza sul tetto e la cupola del Reichstag Building offrono una vista incomparabile del quartiere parlamentare e governativo di Berlino.

 

Polonia

La Ciclovia Eurovelo 2 EV2 nel tratto che comprende la Polonia è attualmente in fase di pianificazione e sviluppo  con proposte dettagliate per ciascuna regione che attraversa.

 

Secondo il progetto, la Ciclovia sarà lunga circa 1190 chilometri e attraverserà il paese da ovest a est, fra paesaggi attraenti, oltre ad attrazioni turistiche e storiche di fama internazionale. La Ciclovia inizia al confine con la Germania nel Voivodato di Lubuskie e termina a Białowieża sul confine polacco-bielorusso. Tra questi due punti visiterà le eccitanti città di Poznań, Włocławek, Varsavia e attraverserà anche diversi parchi nazionali, tra cui il parco nazionale di Białowieski, dove ancora vivono i bisonti europei.

 

Si stima che il percorso sarà realizzato entro il 2017-2020.

Bielorussia

Anche in Bielorussia la EuroVelo 2 è in fase di progettazione. Secondo i progetti, il percorso passerà attraverso splendide foreste tra cui il Parco Nazionale “Belovezhskaya Pushcha”, una delle ultime e più grandi parti rimanenti dell’immensa foresta primordiale che un tempo si estendeva attraverso la pianura europea.

 

Il percorso attraversa la capitale della Bielorussia – Minsk, così come altre cittadine – Pruzhany, Novogrudok e Ivenets.

 

russia

Ci sono molti luoghi da visitare nella sezione russa del percorso. Per chi proviene dall’Occidente, la prima città che si incontra è Smolensk. La capitale regionale merita una sosta per una visita al memoriale di Katyn. Da Smolensk a Mosca ci sono molti altri luoghi cheraccontano la storia di una nazione dagli usi e tradizioni complessi e non sempre semplici da comprendere.

 

La tappa successiva è il memoriale di Yuri Gagarin e la vista della battaglia di Mosca, la più grande e mortale battaglia delle guerre napoleoniche.

 

Infine, il monastero Savvino-Storozhevsky a Zvenigorod è l’ultima tappa prima di entrare a Mosca.

 

L’itinerario utilizza prevalentemente strade pubbliche poco trafficate:

 

Krasny (P135) – Smolensk – Dorogobuzh (P134)

 

-(qualche strada sabbiosa) – Viaz’ma – Novodugino – Prechistoe – Gagarin

 

-(qualche strada sterrata) – Tsvetkovsky – Uvarovka – Borodino – Mozhaisk – Klement’evo – Ruza – Kolubiakino – Zvenigorod – Zhavoronki – Krekshino – Mosca

Eurovelo 1

L’ITINERARIO DELLA COSTA ATLANTICA: Norvegia, Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Spagna, Portogallo (8186 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 2

L’ITINERARIO DELLE CAPITALI: Gran Bretagna, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Bielorussia, Russia (5500 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 3

L’ITINERARIO DEI PELLEGRINI: Spagna, Francia, Belgio, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia (5122 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 4

L’ITINERARIO DELL’EUROPA CENTRALE: Francia, Belgio, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Ucraina (4000 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 5

VIA ROMEA FRANCIGENA: Gran Bretagna, Francia, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Italia (3900 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 6

DALL’ATLANTICO AL MAR NERO: Francia, Svizzera, Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Serbia, Romania (4448 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 7

CICLOVIA DEL SOLE: Norvegia, Svezia, Danimarca, Germania, Repubblica Ceca, Austria, Italia, Malta (7409 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 8

CICLOVIA DEL MEDITERRANEO: Spagna, Francia, Monaco, Italia, Slovenia, Croazia, Montenegro, Albania, Grecia (5888 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 9

VIA DELL’AMBRA (DAL BALTICO ALL’ADRIATICO): Polonia, Repubblica Ceca, Austria, Slovenia, Italia, Croazia (1930 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 10

CICLOVIA DEL MAR BALTICO: Russia, Finlandia, Svezia, Danimarca, Germania, Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia (7980 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 11

DELL’EUROPA ORIENTALE: Norvegia, Finlandia, Lettonia, Estonia, Lituania, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Serbia, Macedonia, Grecia (5984 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 12

ITINERARIO CICLOTURISTICO DEL MARE DEL NORD: Norvegia, Svezia, Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Gran Bretagna (5932 km)

Vai alla scheda

Eurovelo 13

CICLOVIA DELLA CORTINA DI FERRO: Finlandia, Russia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Germania, Repubblica Ceca, Austria, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Croazia, Serbia, Romania, Bulgaria, Macedonia, Grecia, Turchia (10400 km)